I dieci libri più belli letti nel 2010

Pubblicato: gennaio 13, 2011 in Angolo del recensore, Opinioni opinabili
Tag:, , , , , , , , , , ,

In ordine di preferenza:

Il mondo in un tappeto, di Clive Barker
La strada, di Cormac McCarthy
Al di là dei sogni, di Richard Matheson
Hyperion, di Dan Simmons
Il gioco di Ender, di Orson Scott Card
A sangue freddo, di Truman Capote
Amabili resti, di Alice Sebold
Shutter Island, di Dennis Lehane
Il porto degli spiriti, di John Lindqvist
A volte ritornano, di Stephen King

Quattro su dieci letti in formato eBook in quanto impossibili o quasi da reperire (e sia benedetto il Kindle per questo).
Anche quest’anno ho seguito il criterio di scegliere un solo libro per autore. In tal senso sono rimasti fuori dalla mia classifica i pur meritevoli Tre millimetri al giorno di Matheson, La caduta di Hyperion di Simmons, Apocalypse e Cabal di Clive Barker, La storia di Lisey e Notte buia, niente stelle di Stephen King. Non mi sono piaciuti abbastanza Ghosts di Joe Hill e La lettrice bugiarda di Brunonia Barry.
A seguire, nei prossimi giorni, la classifica dei dieci più brutti.

Advertisements
commenti
  1. tanabrus ha detto:

    Di questi ho letto Barker e Lindqvist (anche io quest anno… si vede che abbiamo preso il Kindle 😀 ) e concordo.
    Barker poi è stato davvero una piacevole scoperta (alla facciaccia di chi non lo ristampa)

  2. Valberici ha detto:

    L’unico ritocco che farei è Hyperion al primo posto, per il resto avrei potuto postarla io stesso questa classifica 🙂

  3. Stefano Romagna ha detto:

    Tanabrus: eh, infatti è un gran peccato perché Barker meriterebbe molto più spazio in libreria. E pensa che ho tenuto fuori i Libri di sangue e mi manca ancora Imajica, all’unanimità considerato il suo capolavoro.

    Valberici: al quarto è un po’ sacrificato, in effetti. Sarebbe al primo se la mia classifica riguardasse solo la fantascienza.

  4. Eleas ha detto:

    nono val al primo io metterei la strada, poi secondo senza dubbio alcuno l’anno dei dodici inverni, due libri che toccano e non poco…

  5. Nona ha detto:

    Io l’ho letto tempo fa A volte ritornano. Mi è piaciuto molto (più di Scheletri) ma dei libri che hai citato ho letto solamente questo e Tre millimetri al giorno.

  6. Stefano Romagna ha detto:

    Eleas: La strada è fenomenale. Mi ha permesso di scoprire un grande autore, Cormac McCarthy, che merita assolutamente di essere approfondito.

    Nona: Scheletri mi era piaciuto di più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...