Dopo la Lost-delusione sono tornato in Sicilia per le vacanze, e non avendo internet ho passato le maggior parte delle mie serate a fare due cose: leggere e guardare serie tv. Per quanto riguarda i libri mi sono buttato a capofitto sulla fantascienza, genere che avevo trascurato e che mi ha dato grosse soddisfazioni. Il gioco di Ender di Orson Scott Card e il Ciclo di Hyperion di Dan Simmons si candidano non solo come migliori letture estive, ma dell’intero anno.
Sul fronte serial: avevo iniziato a guardare Fringe, ma poi qualcosa mi ha fatto desistere. Sono fermo all’ottava puntata e nonostante le idee carine e i continui richiami a X-Files e Ai confini della realtà la storia non mi prende e i protagonisti non mi convincono. Fatico a credere che dietro questo format ci siano le stesse menti di Lost. Insomma, pathos zero e ritmo non pervenuto.
Così sono passato ad altro e due nuove serie mi hanno colpito da morire: True Blood e Dollhouse. Il primo, lo ammetto, ho iniziato a seguirlo pieno di pregiudizi. D’altronde io con i vampiri ho un rapporto contorto. Quando mi sono reso conto però che la serie è ben fatta, è stato l’inizio dell’amore e della dipendenza dal V. La storia è semplice ma non risulta mai troppo banale o demente come in Twilight, e i vampiri sono affiancati da altre creature sovrannaturali come licantropi, mutaforma e strane dee cornute. L’atmosfera della Louisiana decadente, con le sue paludi, i villaggi di case dal legno ammuffito e i predicatori di colore è intrigante e gestita senza sbavature. In poco meno di venti giorni sono già alla fine della seconda stagione e fremo per vedere la terza. Volevo leggere i libri della Harris da cui è stata tratta, ma mi sono stati sconsigliati.
Di Dollhouse avevo sentito parlare molto bene un po’ ovunque. Mi piaceva l’idea di queste persone che scelgono di loro spontanea volontà di sottoporsi al trattamento, un’operazione che permette di azzerare la memoria cerebrale come fosse una tabula rasa per poi farsi riprogrammare secondo gli scopi per cui sono state richieste. Eliza Dushku nella parte di Echo è perfetta e ogni puntata ha spunti diversi. Mi spiace solo che sia una serie nata morta, come Flashforward, in quanto lo show è stato cancellato dopo appena due stagioni a causa degli ascolti bassi. Lo vedrò fino alla fine, questo è sicuro, come è sicuro che sto contando i giorni che mi separano dalla seconda stagione di Glee, in arrivo a fine Settembre.
A chi mi legge vorrei chiedere: avete qualche telefilm da consigliare? Cosa ne pensate di Heroes? Vale la pena seguirlo per quattro stagioni?
Buon settembre a tutti.

Annunci
commenti
  1. Francesco Falconi ha detto:

    Dexter assolutamente, Vampire Diaries (supera le prime 4-5 puntate troppo twilight like). White Collar non è male.

  2. Stefano Romagna ha detto:

    Francesco: White Collar l’ho visto. Anche Castle – Un detective fra le righe. Carini entrambi.
    Mi segno Dexter. Vampire Diaries? Uhm… Ci penso.

  3. tanabrus ha detto:

    Doctor Who. Io sono entrato nel tunnel, e ne sono contento!

    Per Heroes, la risposta è no. Non merita che tu segua quattro stagioni.
    Guardati la prima, che è tanta roba. La seconda è brevissima per lo sciopero degli sceneggiatori, poi è tutto un calando. Io la quarta l’ho interrotta dopo mezza stagione, non riuscivo più a costringermi a guardare gli episodi.

  4. Valberici ha detto:

    Quoto Fra’ riguardo a dexter 🙂

  5. Norys Lintas ha detto:

    Confermo per quanto riguarda Dexter uno dei telefilm (ad oggi) più belli di sempre :), ti sconsiglio Vampire Diaries è PROPRIO Twilight…
    Ma che gli importa a un vampiro di 100 anni di
    una ragazzina?E non solo, che gli frega al fratello? Una liceale contesa da due vampiri è TROPPO 😀

    Ti sconsiglio Heroes, gran calo qualitativo a partire dalla seconda, finiresti solo per odiare una serie che poteva essere “la serie”, invece è stata una schifezza…
    Se non hai mai visto il telefilm The Shield, un poliziesco noir di alta qualità, te lo consiglio vivamente :), infine se ti piace la fantascienza ti consiglio di dare un’occhiata a Farscape a me le prime 3 serie sono piaciute molto, però non garantisco sul finale eheh^^
    Saluti

  6. Stefano Romagna ha detto:

    Tanabrus: ok, allora guarderò la prima e solo se mi coinvolge mi procuro la seconda.

  7. Stefano Romagna ha detto:

    Val: devo procurarmelo. Ne avevo già sentito parlare, ma mai in toni così entusiastici. 🙂

  8. Stefano Romagna ha detto:

    Norys: mi segno Farscape. The Shield l’ho visto, qualche episodio sparso, e non mi aveva colpito. Grazie. 🙂

  9. Giorgio ha detto:

    dexter senza dubbi, ma anche eureka e skins a me sono piaciuti moltissimo.

  10. Luca Centi ha detto:

    Stefano, prima di tutto complimenti per il nuovo look del blog! Mancavo da un po’ ed è stata una piacevolissima sorpresa!

    Per rispondere alla tua domanda: lascia perdere Heroes. Ha avuto una lenta ma interessante prima stagione, una veloce e semidecente seconda stagione e poi il nulla. I personaggi sono tantissimi ma possono essere quasi tutti ricondotti a tre tipologie: il buono, il cattivo e il confuso. Quando si dice “originalità”.

    Su Dollhouse non dico niente, sappiamo entrambi che Whedon è un genio. Ma, come tutti i geni, si esprime con una lentezza esasperante (vedi Buffy o Angel, che sono diventati interessanti dopo le prime venti puntate). E oramai la tv non apprezza i geni, come dimostra la cancellazione prematura della serie.

    True Blood invece è tutto un altro discorso. Puro trash, ma in senso positivo. E’ una serie che non si prende troppo sul serio e lo fa con intelligenza. Dalla seconda stagione in poi diventa qualcosa di straordinario! Un po’ come Fringe. Sai che anch’io stavo per rinunciare dopo le prime puntate? Sarà che mi sono rotto le scatole dello schema “monster of the week” ma non riuscivo proprio a capire dove fosse lo zampino di JJ! Poi, sul finire della prima stagione, quasi obbligato dai miei amici, ho capito. E sono diventato dipendente da questa serie. Vedrai che riuscirà a sorprenderti se gliene darai il tempo. E poi è scritta benissimo, cosa rara di questi tempi!

    Ma passiamo ai consigli! Vampire Diaries lascialo perdere! Per come ti conosco riuscirebbe a intrigarti solo a metà stagione, ma il problema sarebbe arrivarci! Perché non provi con Supernatural allora? Le prime stagioni sono sempre “monster of the week”, ma poi si vira verso l’epico. In caso fatti un giretto su youtube per capire cosa intendo!

    Se invece cerchi qualcosa di spassoso vai con Chuck! E’ divertentissimo!

  11. Anonimo ha detto:

    Ciao, sono Pippo di Anobii.
    Io non sono un grande amante delle serie tv, però HEROES mi ha emozionato moltissimo. COn quel telefilm ho passato bei momenti e mai me li scorderò!

  12. Stefano Romagna ha detto:

    Giorgio: grazie!

  13. Stefano Romagna ha detto:

    Luca: True Blood è diventato una dipendenza. Mi sono sparato in una settimana tutta la terza stagione e ora… voglio subito la quarta! Davvero ben fatto e tutt’altro che scontato. Si sa qualcosa sui nuovi episodi?

  14. Stefano Romagna ha detto:

    Pippo: ciao e bentrovato! 🙂
    Grazie per la visita! Heroes me lo sto guardando in questi giorni. Non è male.

  15. Luca Centi ha detto:

    Eh, purtroppo la quarta stagione, as usual, comincerà a giugno… del 2011. Io spero che l’HBO si svegli e capisca che True Blood, ora come è ora, è l’unica serie che hanno a fare ascolti strepitosi!

  16. Anonimo ha detto:

    Farscape e Firefly!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...