Sto leggendo Clive Barker e ne sono entusiasta. Sapevo cosa aspettarmi, chiaro, è da mesi che un certo scrittore mi spinge in questa precisa direzione. Dopo aver divorato Infernalia, primo Libro di Sangue, sono arrivato alla conclusione che lui (Barker) merita tutto il tempo che gli sto dedicando, mentre l’altro (GL) ha la mia gratitudine per avermelo consigliato con tanta insistenza.
Barker è strano forte, parliamoci chiaro. Di sicuro non è adatto a tutti i palati, ma per quel che mi riguarda c’è qualcosa nella sua prosa e nel modo in cui riesce a fondere orrore, fantasia e metafisico che mi impedisce di staccarmi dalle pagine dei suoi libri. Quell’uomo è un genio, pochi cazzi. Non si può definire in altro modo un racconto che narra di due città in guerra l’una contro l’altra combattere attraverso i suoi abitanti, legati fra loro da carrucole e corde a mo’ di giganti fatti di carne. Oppure di una Macelleria Mobile di Mezzanotte e dei suoi fruitori alla fine della corsa. Geniale.
Scoprire Barker, me ne sto rendendo conto poco a poco, vuol dire entrare in un mondo dove follia, sangue e visioni demoniache non solo coesistono, ma vanno ad accorparsi in qualcosa che non ha precedenti in niente che abbia mai letto in passato. Non è King, non è Lovecraft e nemmeno Matheson. Barker, suonerà banale anche se non è così scontato, è semplicemente Barker, ovvero un universo anarchico e spietato, una sequela di sesso e frattaglie e milione di altre cose diverse impossibili da catalogare o anche solo riassumere.
Detto questo trovo francamente scandaloso quanto poco sia conosciuto in Italia, per non parlare dei suoi romanzi editi in passato, difficilissimi da reperire.
E adesso scusatemi ma ho Ectoplasm e due esami da preparare entro i primi di Febbraio.
Buon 2010 a tutti.

Advertisements
commenti
  1. Valberici ha detto:

    Ma lo sai che ti invidio un po’?
    Piacerebbe anche a me “scoprire” Barker ora 😉

  2. tanabrus ha detto:

    *legge il post*
    *apre anobii e ibs, ormai l’unico modo con cui tiene traccia dei libri da comprare*
    *cerca Clive Barker*
    *vede che su ibs non c’è traccia di Infernalia né di Ectoplasm e si immusonisce*

    GL o Val, un titolo più recente che potreste consigliare? 😦

  3. Stefano Romagna ha detto:

    GL: Yippieeee!

  4. Stefano Romagna ha detto:

    Val: beh, presumo che tu lo abbia letto e apprezzato a suo tempo. 🙂

  5. Stefano Romagna ha detto:

    Tanabrus: l’unico romanzo di Barker facilmente reperibile in italiano è Abarat. Per gli altri è un casino che nemmeno immagini. Prova su e-bay oppure fai come me e rivolgiti ad Amazon. Io li sto leggendo parte sul Kindle, parte in formato cartaceo, in lingua originale, tranne i primi quattro Books of blood che ho trovato peer to peer.

  6. G.L. ha detto:

    Tanabrus: vendi tua sorella, fatti la tessera della P2, sposa una vecchia miliardaria, ma DEVI leggere Barker.

  7. Stefano Romagna ha detto:

    GL: non so se possa valere la pena fino a quel punto, ma si, Barker è da leggere. 😀

  8. Valberici ha detto:

    Si, li lessi a suo tempo…e mi è di consolazione il fatto di possedere le prime edizioni originali.
    Però mi consolerei di più se ritornassi alla mia gioventù letteraria 😉

    Tanabrus: e qui si vede l’utilità del Kindle…comunque se mi scrivi una mail una versione in pdf dovrei averla 😉

  9. tanabrus ha detto:

    Capito, Barker aspetterà l’arrivo del lettore e-book 😀

  10. eleas ha detto:

    tanabrus passa i link del p2p che scarico in attesa del kindle 😀 che a stopunto m’è venuta curiosità.

  11. Stefano Romagna ha detto:

    Val: capisco. Io invece invidio la tua cultura “a posteriori” e il fatto che non ci sia praticamente nulla di cui tu non sappia disquisire. Sei una mente! 😉

  12. Stefano Romagna ha detto:

    Tanabrus: saggia decisione. Leggere su pc è terribile.

  13. Stefano Romagna ha detto:

    Eleas: come sopra. 😀

  14. eleas ha detto:

    il materiale leggibile è pronto adesso manca solo il supporto, magari inaugurerò il Kindle proprio con clive… chissà

  15. Saryo ha detto:

    Stefano, buon anno!
    Ma di Barker c’è anche Cabal, del quale ho un buon ricordo!

  16. Stefano Romagna ha detto:

    Eleas: ottimo!

  17. Stefano Romagna ha detto:

    Saryo: buon anno anche a te. Prima o poi arriverà anche il turno di Cabal, che ho acquistato e spero non sia troppo ostico da digerire in inglese!

  18. Alessandra ha detto:

    Sarebbe interessante dedicarmi ad una lettura di questo tipo.. ci penserò su! 🙂
    E ne approfitto per fare tantissimi auguri di buon anno 🙂

  19. Stefano Romagna ha detto:

    Alessandra: buon anno anche a te. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...